Di cosa ci occupiamo?

MINERALOGRAMMA

Il mineralogramma (noto anche come Analisi Minerale Tissutale,TMA) è un’analisi di laboratorio che può essere effettuata su matrice Cheratinica (capelli, peli, unghuia). Questo tipo di esame viene utilizzato per determinare il livello di minerali intracellulari; è un test che viene proposto da molti medici per studiare lo stato di salute propri pazienti. Le analisi chimico-biologiche si realizzano in modo non invasivo, attraverso il prelievo di una piccolissima quantità di capelli che viene poi sottoposta a spettrometria.
Le risposte che derivano dal mineralogramma si traducono spesso nella presenza di uno squilibrio minerale che è ascrivibile alla presenza di una malattia, ma ancora più importante, è rilevabile molto prima della stessa comparsa dei sintomi e segni clinici della malattia stessa.
Altra applicazione importantissima dell’analisi minerale dei capelli è la determinazione del livello dei metalli tossici (piombo, mercurio, cadmio, alluminio, arsenico, uranio; gadolinio, tallio, berillio) dovuti anche a somministrazioni di farmaci o vaccini o all’utilizzo di agenti chimici sui capelli. L’analisi minerale dei capelli non viene utilizzata in caso di intossicazione acuta, ma è fondamentale nei casi, sempre più numerosi, di intossicazione subacuta o cronica. La tossicità di detti metalli è potenziata da un’eventuale carenza dei minerali essenziali (calcio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, cromo, manganese, selenio, rame); carenza, sempre più frequente, secondaria alla dieta con alimenti raffinati e preparati industrialmente e/o con alimenti coltivati in terreni poveri di minerali che può determinare anche la caduta spontanea dei capelli stessi.
È infatti importante sapere che gran parte della patologie, che non hanno origine infettiva, sono strettamente legate ad uno squilibrio minerale o alla presenza di metalli tossici all’interno del nostro organismo. È evidente, quindi il ruolo che il mineralogramma ricopre come mezzo di prevenzione.
La grande importanza dei minerali è dovuta anche al loro ruolo di catalizzatori; l’azione catalizzatrice, infatti, è in grado di produrre una accelerazione di migliaia di volte della reazione chimica enzimatica; una carenza di minerali, provoca un rallentamento di pari valore.
Negli ultimi anni, si è riscontrato un progressivo e costante aumento di casi che presentavano un eccesso di alcuni minerali essenziali. Nella maggioranza dei casi, ciò è dovuto all’eccessiva introduzione tramite l’abuso di integratori minerali. L’organismo non tollera né le carenze né gli eccessi di minerali; tali situazioni portano ad un alterato equilibrio funzionale, che spesso si esprime con patologie di difficile diagnosi. Tali condizioni di alterato rapporto minerale non sono evidenziabili con le comuni analisi di laboratorio su sangue ed urine.

Mineralogramma: l’esame del capello
Come detto, il mineralogramma viene generalmente effettuato su un campione di capelli in quanto, secondo le fonti che lo “sponsorizzano”, l’analisi effettuata su altri reperti (unghie, peli pubici o ascellari ecc.) potrebbe risultare meno accurata. Il campione dovrebbe venire prelevato dalla regione retro-nucale.
Il taglio di capelli dovrebbe essere eseguito dopo almeno quattro ore dall’ultimo lavaggio, ma possibilmente non più di venti ore dopo. È necessario che, al momento del taglio, i capelli siano perfettamente asciutti; i laboratori consigliano inoltre di utilizzare la parte più vicina allo scalpo; la lunghezza dei capelli che verranno utilizzati deve aggirarsi sui 3-3,5 cm circa. Il campione ideale dovrebbe essere composto dall’insieme di ciocche prelevate da più punti.
I laboratori generalmente specificano che sono diversi i fattori che possono influenzare la lettura del mineralogramma (bagni in piscina, shampoo, tinture, decolorazioni, permanente ecc.).
Il metodo generalmente utilizzato per l’esecuzione del mineralogramma è la spettrometria ICP-AES (Inducted Coupled Plasma – Atomic Emission Spectrometry).
Quali sono i minerali da monitorare?
Alla luce delle attuali conoscenze sarebbe utile monitorare i seguenti minerali: ferrocalciomagnesio, potassio, nichel, iodio e sodio.
Nel Nostro Centro è possibile effettuare il test del mineralogramma in maniera semplice ed efficace, con risultati sicuri e affidabili.
I metalli che vengono ricercati sono i seguenti: calcio, magnesio, sodio, potassio, rame, zinco, ferro, fosforo, selenio, boro, manganese, cromo, cobalto, stagno, nichel, molibdeno, mercurio, cadmio, piombo, alluminio, arsenico. Inoltre verranno calcolati i rapporti fisiologici di alcuni di essi per esempio Na/K
Per info telefonare allo 0916761052

Vuoi subito informazioni?

Siamo sempre lieti di darvi tutte le informazioni che desiderate